Seminario

Il lavoro del geologo in montagna: valutazione dei rischi e nozioni base sulla progressione in sicurezza (1)

Data: 
Martedì, 25 Marzo, 2014 - 16:30 - 18:00
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Prof. Antonio GALGARO, Dott.sa Daniela GRIGOLETTO, Federico BERNARDIN, Giuliano BRESSAN
Abstract: 

Il seminario, suddiviso in due appuntamenti con l’aggiunta di una parte pratica in esterno, vuole fornire le prime nozioni sulla progressione in sicurezza in montagna rivolto a geologi e professionisti operanti in ambiente montano. In collaborazione con esperti del Club Alpino Italiano, il seminario tratterà i seguenti argomenti: pericoli della montagna; materiali e attrezzature; preparazione dell’escursione (pianificazione tracciato, meteo, punti di ancoraggio); comportamento in caso di emergenza; comportamento in aree dissestate/frane o passaggi esposti; pericolosità geologica di aree e pareti rocciose; nodi e ancoraggi e tecnica di progressione base su terreno scosceso; topografia e orientamento. Alla parte seminariale seguiranno due escursioni in ambiente montano (colli Euganei e M.te Grappa) con l’accompagnamento di istruttori del CAI per lezioni teorico-pratiche su nodi e ancoraggi, allestimento soste o corda fissa di emergenza, protezione di passaggi esposti, progressione in cordata e orientamento. Per le uscite in esterno è richiesta la tessera CAI ed un piccolo contributo spese: le iscrizioni si ricevono presso la Biblioteca di Geoscienze.

 

Afferenza: 
Prof. Antonio GALGARO (Università di Padova) Dott.sa Daniela GRIGOLETTO (geologa, guida CAI) Federico BERNARDIN (Centro studi materiali e tecniche CAI) Giuliano BRESSAN (Centro studi materiali e tecniche CAI)
Proponente: 
Matteo Cefis, Serenella Boesso

Il lavoro del geologo in montagna: valutazione dei rischi e nozioni base sulla progressione in sicurezza (2)

Data: 
Martedì, 1 Aprile, 2014 - 16:30 - 18:00
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Prof. Antonio GALGARO, Dott.sa Daniela GRIGOLETTO, Federico BERNARDIN, Giuliano BRESSAN
Abstract: 

Il seminario, suddiviso in due appuntamenti con l’aggiunta di una parte pratica in esterno, vuole fornire le prime nozioni sulla progressione in sicurezza in montagna rivolto a geologi e professionisti operanti in ambiente montano. In collaborazione con esperti del Club Alpino Italiano, il seminario tratterà i seguenti argomenti: pericoli della montagna; materiali e attrezzature; preparazione dell’escursione (pianificazione tracciato, meteo, punti di ancoraggio); comportamento in caso di emergenza; comportamento in aree dissestate/frane o passaggi esposti; pericolosità geologica di aree e pareti rocciose; nodi e ancoraggi e tecnica di progressione base su terreno scosceso; topografia e orientamento. Alla parte seminariale seguiranno due escursioni in ambiente montano (colli Euganei e M.te Grappa) con l’accompagnamento di istruttori del CAI per lezioni teorico-pratiche su nodi e ancoraggi, allestimento soste o corda fissa di emergenza, protezione di passaggi esposti, progressione in cordata e orientamento. Per le uscite in esterno è richiesta la tessera CAI ed un piccolo contributo spese: le iscrizioni si ricevono presso la Biblioteca di Geoscienze.

 

Afferenza: 
Prof. Antonio GALGARO (Università di Padova) Dott.sa Daniela GRIGOLETTO (geologa, guida CAI) Federico BERNARDIN (Centro studi materiali e tecniche CAI) Giuliano BRESSAN (Centro studi materiali e tecniche CAI)
Proponente: 
Matteo Cefis, Serenella Boesso

Formazione e riempimento di valli incise: evidenze da sezioni sismiche e modellazione analogica con flume tanks

Data: 
Giovedì, 5 Giugno, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula 2H
Relatore: 
Vittorio Maselli
Afferenza: 
CNR - ISMAR, Bologna
Proponente: 
Nereo Preto

Dense Sampling Method Using the Rosette Transform for Satellite Observations of Urban Changes and Impacts in the 2000s –The Po Plain Study

Data: 
Martedì, 6 Maggio, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Son Nghiem
Afferenza: 
JPL, NASA
Tipo seminario: 
Arduino Lecture
Proponente: 
Paolo Fabbri

Tecnologie in situ per la bonifica di falde acquifere contaminate da solventi clorurati

Data: 
Martedì, 15 Aprile, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Marco Petrangeli Papini
Afferenza: 
Professore associato Dipartimento di Chimica dell’Università di Roma “La Sapienza”
Proponente: 
Giorgio Cassiani

La frana dei Lavini di Marco: datazioni con l'isotopo 36Cl

Data: 
Martedì, 8 Aprile, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Susan Ivy Och
Afferenza: 
ETH Zurigo
Proponente: 
Silvana Martin

La caratterizzazione geologica alla base di una corretta definizione del modello geotecnico

Data: 
Martedì, 18 Marzo, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Dott. Geol. Stefano Davini
Abstract: 

Dalla pianificazione all’esecuzione delle indagini geognostiche.

Il contesto normativo e le specifiche di riferimento

Alcuni casi pratici riguardanti la realizzazione della campagna geognostica, della successiva modellizzazione e del relativo monitoraggio in corso d’opera.

Afferenza: 
Consulente specialista.
Tipo seminario: 
Avvio al lavoro
Proponente: 
Giorgia Dalla Santa

Esempi di metamorfismo poli-orogenico: le migmatiti a cordierite eclogitizzate del Massiccio Armoricano e delle Alpi.

Data: 
Martedì, 11 Marzo, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Prof. Gaston Godard
Afferenza: 
Istituto della Fisica del Globo di Parigi - Università Paris Diderot.
Proponente: 
Silvana Martin

Arsenico nelle acque sotterraneee della pianura veneta

Data: 
Martedì, 4 Marzo, 2014 - 16:30 - 17:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Fabio Tateo
Abstract: 

Una zona pilota nella pianura padovana è stata scelta per studiare la qualità delle acque sotterranee e la composizione mineralogica e geochimica dei sedimenti. L'area selezionata rappresenta una tipica condizione delle pianure italiane e dei paesi occidentali in genere, sulla quale insistono attività industriali, agricole e residenziali. Nell'area non sono presenti emissioni geologiche di arsenico (come attività idrotermali o mineralizzazioni fossili). Gli acquiferi sotterranei comprendono sedimenti con granulometrie molto variabili, da ghiaie ad argille. Sono presenti anche strati di torba, che mostrano forti arricchimenti di arsenico. La composizione delle acque risente fortemente delle variazioni litologiche dell'acquifero.
Il chimismo delle acque sotterranee viene discusso con particolare riferimento all'arsenico e attraverso confronti con altre pianure (in Italia e all'estero) in cui sono segnalate contaminazioni da molti anni.
Saranno discussi anche i risvolti sanitari relativi a popolazioni con esposizioni croniche in Italia e all'estero.

Il seminario è patrocinato dall'Ordine dei Geologi Regione del Veneto ed è stato richiesto l'accreditamento APC.

Afferenza: 
CNR - Istituto di Geoscienze e Georisorse U.O.S. di Padova
Proponente: 
Anna M. Fioretti

GEOLOGO tra cultura e professione

Data: 
Giovedì, 9 Gennaio, 2014 - 16:30
Aula: 
Aula Arduino
Relatore: 
Dott. Geol. Federico TOFFOLETTO
Afferenza: 
Geologo trevigiano, laureatosi a Padova nel 1974, alpino della B.A. “Julia”- Btg “Gemona”, rappresentante per il Triveneto della SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale); è stato coordinatore della Commissione “Geologia e Turismo” dell’Ordine dei Geologi del Veneto. Già dirigente del Servizio Geologico della Regione Veneto ed ex-dipendente dell’Agip Mineraria (ENI).
Proponente: 
Cristina Stefani
Condividi contenuti
Customize This