Analisi dei basamenti cristallini

CCS: 
Geologia e Geologia Tecnica
Ordinamento: 
DM 270/04
Anno: 
Semestre: 
Tipo di insegnamento
Crediti: 
4
Curriculum: 
Geologia
Ambito: 
Mineralogico - Petrografico - Geochimico
Tipologia: 
libero a scelta
SSD: 
GEO/03
SSD: 
GEO/07
Frequenza: 
Obbligatoria
Erogazione: 
Convenzionale
Ore
Aula: 
12
Esercitazioni: 
12
Uscite: 
27
Studio individuale: 
49
Bollettino
Sede: 
Dipartimento di Geoscienze
Risultati d'apprendimento previsti: 
Il corso si propone di studiare da un punto di vista teorico, in laboratorio di microscopia nonché sul terreno le caratteristiche petrologiche e microstrutturali di basamenti cristallini coinvolti nei processi metamorfici, magmatici e deformativi di diversi regimi geodinamici.
Metodo di valutazione: 
Scritto, Orale. L’accertamento di profitto avverrà tramite un colloquio destinato alla verifica delle conoscenze teoriche, mentre l’attività sul terreno sarà valutata attraverso la redazione di una relazione
Metodi didattici: 
lezioni frontali (1 credito), laboratorio di microscopia (1,5 crediti), attività sul terreno (1,5 crediti).
Programma: 

Il corso mira a discutere, a partire dalle più accreditate modellizzazioni numeriche, l’evoluzione termica e strutturale della crosta
continentale in diversi contesti geodinamici.

Verranno trattati i percorsi P-T-t (Pressione, Temperatura, tempo) e le connesse evidenze petrologiche e microstrutturali (in laboratorio
di microscopia) quali risposte ai processi tettonici, con particolare attenzione al basamento di Ivrea-Verbano e dell’Arco
CalabroPeloritano.

L’escursione di 3 giorni sul terreno sarà dedicata in anni alterni all’analisi del basamento di Ivrea-Verbano e dell’Arco Calabro. Queste due
aree, uniche in Italia ed esemplari in tutta Europa, consentono di studiare l’interazione dei processi metamorfici, magmatici e deformativi
nella crosta continentale da bassa a profonda (e in parte anche del mantello).

Testi di riferimento: 

verranno forniti dal docente

Gruppi:
Customize This